Motore di Trouvè (1864)

Motore di Trouvè, 1864 (collezione De Rubeis)

Motore di Trouvè, 1864 (collezione De Rubeis).

Costruito nel 1864 dall’inventore francese Gustave Trouvè (1839 – 1902), questo motore veniva utilizzato nei gabinetti di fisica dell’ottocento per la rotazione dei tubi luminosi di Gessler. Lo statore è formato da un anello di ferro sagomato con sei espansioni eccentriche interne; il rotore è invece costituito da un elettromagnete solidale all’asse di rotazione sul quale vi è una ruota dentata che stabilisce l’apertura e la chiusura del contatto elettrico tra l’alimentazione e l’elettromagnete. Questo è posto in rotazione in quanto viene attratto dalle parti interne più sporgenti dell’anello di ferro sagomato; nel punto di massima attrazione il contatto viene interrotto, il rotore supera per inerzia il punto morto, poi il contatto viene ristabilito e il rotore continua la sua corsa.