Generatori elettrici

Anelli di Pacinotti e Macchina per la loro rotazione (1858-1859)

Anelli (1858) e macchina per la rotazione degli anelli (1859)(collezione De Rubeis)

Anelli (1858) e macchina per la rotazione degli anelli (1859)(collezione De Rubeis).

Gli Anelli vennero costruiti da Antonio Pacinotti a Pisa nel 1958. Essi costituiscono un'evoluzione dell'avvolgimento chiuso montato sull'amperometro per medie correnti del 1857 e documentano il processo che condusse Pacinotti alla successiva invenzione della macchinetta o dinamo nel 1860.

Leggi tutto...

Macchinetta o dinamo elettromagnetica di Pacinotti (1860)

Macchinetta o dinamo di Antonio Pacinotti, 1860 (collezione De Rubeis)

Macchinetta o dinamo di Antonio Pacinotti, 1860 (collezione De Rubeis).

La Macchinetta, nota come Dinamo, venne costruita da Antonio Pacinotti a Pisa, nel 1860, quando aveva 19 anni. Essa permette di ottenere, per induzione elettromagnetica, una corrente continua mediante la rotazione dell'Anello in un campo magnetico generato da un'elettrocalamita. È la più importante macchina ad anello costruita da Antonio Pacinotti ed è anche la più importante tra tutte le macchine elettro-magnetiche del tempo perché introduce accorgimenti tecnici, come il collettore e l'elettro-calamita trasversale ad anello, tali da permettere lo sviluppo di tutte le dinamo costruite successivamente.

Leggi tutto...

Macchina a gomitolo elettromagnetico di Pacinotti (1874)

Macchina a Gomitolo elettromagnetico di Antonio Pacinotti, 1874 (collezione De Rubeis)

Macchina a Gomitolo elettromagnetico di Antonio Pacinotti, 1874 (collezione De Rubeis).

La Macchina a Gomitolo fu la prima macchina elettromagnetica costruita da Antonio Pacinotti a Cagliari e costituisce un'evoluzione della macchinetta o dinamo del 1860. Da essa differisce nella parte rotante: al posto dell'anello è presente il gomitolo, un cilindro di ferro pieno con 24 scanalature dentro le quali viene avvolto il filo elettrico. Senza dubbio la Macchina a Gomitolo presenta dei vantaggi rispetto al classico anello, specialmente nel rendimento, tant'è vero che ancora oggi moltissimi apparecchi mantengono tale disposizione.

Leggi tutto...

Macchina a volano di Pacinotti (1874-1878)

Modellino in scala della struttura della macchina a volano di Pacinotti; studio che prelude alla prossima ricostruzione nelle sue dimensioni effettive (collezione De Rubeis)

Modellino in scala della struttura della macchina a volano di Pacinotti; studio che prelude alla prossima ricostruzione nelle sue dimensioni effettive (collezione De Rubeis).

Antonio Pacinotti, a Pisa, nell'anno accademico 1874-75, avviò la costruzione di un Volano elettro-magnetico che sarebbe stato il nucleo principale della nuova macchina portata a compimento tre anni dopo.

Leggi tutto...

Macchina elettromagnetica con sopraeccitatore di Pacinotti (1878-1880)

Macchina elettromagnetica con sopraeccitatore di Antonio Pacinotti, 1878 - 1880 (collezione De Rubeis)

Macchina elettromagnetica con sopraeccitatore di Antonio Pacinotti, 1878 - 1880 (collezione De Rubeis).

La macchina elettromagnetica con sopraeccitatore fu costruita da Pacinotti a Cagliari fra il 1878 ed il 1880. Ha una struttura simile alla macchinetta o dinamo del 1860, ma differisce da essa per le dimensioni maggiori e per la presenza del sopraeccitatore, un interruttore montato sullo stesso asse dell'elettromagnete rotante. La funzione del sopraeccitatore è di rendere più efficiente la produzione di corrente quando si aziona manualmente il contatto posto a lato.

Leggi tutto...