Amperometro per medie correnti di Pacinotti (1857)

Amperometro per medie correnti, costruito da Carlo De Rubeis sulla base dei disegni di Antonio Pacinotti, 1857 (collezione De Rubeis)

Amperometro per medie correnti, costruito da Carlo De Rubeis sulla base dei disegni di Antonio Pacinotti, 1857 (collezione De Rubeis).

All'età di 17 anni Antonio Pacinotti raccolse sui Quinternucci una serie di disegni: si trattava dei primi progetti che egli stesso definì “Sogni” e che preludevano alla successiva realizzazione della dinamo.

Tra questi disegni è compreso lo studio dell'Amperometro per medie correnti, esente dall'influenza magnetica terrestre. I contatti mobili tra l'avvolgimento chiuso interno e l'avvolgimento esterno sono realizzati con rotelline metalliche. Tuttavia, lo stesso Pacinotti verificò che lo scorrimento sulle rotelline non assicurava un buon contatto elettrico.
L'evoluzione dell'avvolgimento chiuso montato sull'amperometro per medie correnti portò alla realizzazione degli anelli nel (1858-1859) e alla successiva invenzione della macchinetta o dinamo nel 1860.

 

Avvolgimento chiuso con anima in ferro (collezione De Rubeis)

Avvolgimento chiuso con anima in ferro (collezione De Rubeis). Il disegno raffigura lo stesso avvolgimento chiuso, che ruotando all'interno di un campo magnetico generato da due elettromagneti, genera una corrente prelevata attraverso due contatti striscianti.