Disco di Arago' (I)

Disco di Aragò (I) (collezione De Rubeis)

Disco di Aragò (I) (collezione De Rubeis).

L'apparecchio prende il nome da Jean François Dominique Aragó (1786 - 1853), il quale osservò, nel 1824-25, che il movimento rotatorio di un magnete permanente provocava la rotazione di un disco massiccio di alluminio posto al di sopra di esso. Fu questa la prima vera esperienza relativa al fenomeno “induzione elettromagnetica” in grado di unificare i fenomeni elettrici e quelli magnetici; la spiegazione, però, venne data pochi anni dopo (1831) con gli esperimenti di Faraday.
Il magnete in rotazione genera all’interno del disco di alluminio (un materiale non ferromagnetico) delle correnti parassite (o correnti di Foucault) che, a loro volta, creano un campo magnetico che si oppone al campo che lo ha generato (legge di Lenz) e, opponendosi al moto relativo disco-magnete, trascina il disco nella rotazione.